Come curare il virus dell'influenza

Pubblicato il da julie

 

                                                                                                      Julie.

 

 

 

6043221_7bf5fbff11.jpgL'influenza è una malattia infettiva e il virus che la trasmette appartiene alla famiglia dell'Orthomyxoviridae. Non esiste un unico tipo di virus influenzale ma si divide in vari ceppi (A,B,C). I virus di tipo A e B sono i più frequenti a determinare l'influenza classica, mentre il virus di tipo C è asintomatico e provoca una infezione simile al raffreddore.

 

 

I vari tipi di virus influenzale

 

  • Il virus di tipo A non è presente solo nell'uomo ma anche in alcune specie animali, come nei cavalli, nei maiali e negli uccelli e si suddivide in vari sottotipi come il virus dell'influenza A sottotipo H1N1  responsabile di forme influenzali pandemiche negli animali, la influenza aviaria e la febbre suina.
  • Il virus di tipo B è presente solo nell'uomo e non ha soto tipi distinti.

 

I virus dell'influenza hanno la caratteristica di essere mutanti e cioè, si modificano ogni anno, costringendo l'organismo a produrre, ogni volta, nuovi anticorpi in grado di combatterli.

Questi virus sopravvivono solo nelle prime vie respiratorie: naso, faringe, laringe.

Il contagio avviene da persona a persona per via aerea, si diffonde tramite le cosiddette "goccioline di Flugge", queste vengono emesse al momento dello starnuto e del colpo di tosse; o semplicemente avviene per contatto con mani e oggetti contaminati da persone infette.

 

I rimedi e la cura dell'influenza

 

Nella cura dell'infezione influenzale si può agire in due metodi diversi:

 

  • il primo metodo è di prevenzione; in quanto cura la causa.
  • il secondo metodo è curare i sintomi, essendo già in atto, l'influenza.

 

Per quanto riguarda la prevenzione, efficace è il vaccino antiinfluenzale che agisce attivando gli anticorpi specifici presenti nel corpo umano contro il virus.

Così, quando l'influenza si presenta, in genere nei periodi stagionali (autunno e inverno), le persone vaccinate sono già in possesso degli anticorpi. Il vaccino risulta così efficace per lottare contro il virus.

L'iniezione del vaccino influenzale si deve fare ogni anno, proprio per lo sviluppo di nuovi sotto-tipi; più colpito dall'influenza è l'emisfero nord e il periodo endemico è quello di ottobre, novembre e dicembre.

Se invece, l'influenza è già presente, occorre somministrare antiinfiammatori e antipiretici; con questi rimedi si cerca di calmare il dolore e la febbre.

Si possono somministrare anche farmaci per via orale contro il raffreddore, per alleviare l'ostruzione nasale; si usano in genere, decongestionanti associati ad antiinfiammatori o farmaci contro il mal di gola, se l'infiammazione avviene a livello faringeo.

La somministrazione di antibiotici (sotto prescrizione medica) si fa soltanbto in casi di superinfezione batterica delle vie respiratorie o per complicazioni (broncopolmonite, polmonite), perché l'influenza è una malattia virale e in questo caso nessun antibiotico risulta efficace.

 

 

Foto Flickr di jorgempf

 

Con tag Rimedi

Commenta il post

rosario 03/02/2012 10:00

Sono arrivato troppo tardi a leggere il tuo articolo, influenza superata. :P

julie 03/02/2012 10:06



meglio per te...



monica c. 03/01/2012 19:30

ciao manu, ma il video loverdose è ancora valido?

julie 03/02/2012 10:00



devo controllare...controllato c'è ancora...



Stefania 02/29/2012 14:39

Pare che quest'anno mi abbia risparmiata...

julie 03/02/2012 09:56



io in questo momento ho tosse e raffreddore...risparmiata a metà!



monica c. 02/29/2012 01:00

e siamo tutti molto interessati in questa stagione...

julie 03/02/2012 10:00



io non sono dall'influenza facile...però ora il raffreddore me lo sono preso!!



Laura 02/28/2012 23:31

Io ho avuto l'influenza solo una volta, in quinta superiore e un accenno sparito quasi subito lo scorso Natale... in genere uso solo ribes nigrum e propoli al minimo sentore. Però per il caso in
cui la febbre dovesse superare i 39/39.5 tengo pronta una boccetta di farmaco malefico. Mi scade di continuo e io continuo a ricomprarlo. L'unica concessione "chimica" sono le pastiglie per la
gola, è il mio punto debole e se mi brucia divento intrattabile :D

julie 03/02/2012 09:58



se riesci a curarti con prodotti naturali...meglio così! Sono meno dannosi (in genere)