Cosa sono le cellule staminali

Pubblicato il da julie

                                                                                                           Julie

 

 

 

3898566829_305b7a9628.jpgLe cellule staminali sono cellule speciali che hanno la capacità di moltiplicarsi in tipi diversi  di cellule del corpo. I ricercatori  ritengono che queste cellule possano rivoluzionare la medicina, permettendo di riparare i tessuti danneggiati e riprodurre gli organi.

 

 

 

La classificazione delle cellule staminali

 

Le cellule staminali si classificano i tre tipi diversi:

le cellule embrionali staminali: sono un tipo di cellule che si producono nella prima settimana  della vita dell'embrione. Questo tipo di cellule essendo molto giovani, non sono ancora differenziate e perciò hanno una notevole capacità di trasformazione, dando origine a ogni tipo di cellula presente nell'organismo. L'unica motivazione, sempre molto dibattuta , riguarda un problema di tipo etico, perchè per il prelievo di queste cellule occorre che l'embrione sia distrutto. 

le cellule staminali adulte: sono un tipo di cellule presenti nell'individuo adulto. Sono cellule non specializzate che si riproducono giornalmente per fornire specifiche  cellule e sono quelle più utilizzate. In questi ultimi anni, si è scoperto che questo tipo di cellule possono acquisire forme diverse; così ad esempio le cellule staminali del midollo osseo che si possono trasformare in cellule epatiche, neurali, muscolari e renali.

Anche nel tessuto adiposo si ritrovano cellule staminali che sono prelevabili mediante lipo-aspirazione e che rappresentano oggi la fonte  più importante per la produzione di cellule staminali adulte mesenchimali. Queste sono una popolazione cellulare pluripotente, cioè in grado di trasformarsi in qualsiasi tipo di tessuto, come quello osseo, cartilagineo o adiposo.

Esistono altre fonti dove le cellule staminali adulte sono localizzate, i ricercatori le hanno individuate anche nella pelle; esse  sono sempre capaci di specializzarsi in altri tipi di tessuto, compresi anche neuroni e cellule muscolari lisce.

le cellule staminali amniotiche: la loro scoperta è molto recente e quindi, le loro capacità devono essere ancora del tutto scoperte. Queste cellule si trovano nel liquido amniotico che circonda il feto durante la gestazione; sono simili alle embrionali, ma restano fuori dai problemi di tipo etico che coinvolgono queste ultime. Sono cellule che sono in grado di differenziarsi in tessuti, muscoli, nervi e recentemente anche in cellule ematopoietiche, utili per le patologie del sangue.

 

 

L'utilità delle cellule staminali

Le cellule staminali consentono di intervenire efficacemente nella cura di gravi malattie ematologiche, immunologiche, genetiche, metaboliche e oncologiche.

Il trapianto e quindi l'utilizzo  delle cellule staminali nella cura delle malattie è sempre più frequente. Negli ultimi anni il numero di pazienti curati  con trapianti di cellule staminali si è triplicato.

Oggigiorno, esistono delle vere e proprie Banche come la "Swiss Stem Cell Bank" che si interessa della conservazione delle cellule staminali presenti nel cordone ombelicale al momento della nascita; un patrimonio unico e insostituibile per il futuro del bambino.

 

 

Foto  Flickr di Avodrocc

Commenta il post