Motore passo-passo: funzionamento

Pubblicato il da julie

I motori elettrici possono essere catalogati in tre grandi famiglie: A corrente alternata, sincroni o asincroni. A corrente continua, con o senza spazzole. Passo–passo. In questo articolo verrà trattato il motore passo-passo e il suo funzionamento.

I motori passo-passo

I motori passo-passo, denominati anche motori a passo o "stepper motors", sono motori il cui funzionamento è caratterizzato da movimenti a scatti regolari, corrispondenti a un ben preciso angolo di rotazione che ne definisce il passo.

Al fine di facilitare la comprensione del modo di funzionamento di questo tipo di motore, semplifichiamone la costituzione, schematizzando la sua realizzazione con sole quattro espansioni polari dello statore, come in figura 1.

Il rotore – essendo un magnete permanente – avrà un polo Nord e un polo Sud. Gli avvolgimenti A e B sono in serie, in modo che applicando una tensione positiva ad A e negativa a B la corrente può fluire da A a B, polarizzando in tal modo entrambe le espansioni polari; la stessa cosa dicasi per gli avvolgimenti C e D, anche essi in serie.

A, B, C e D vengono dette anche le “fasi” del motore passo-passo

Il pilotaggio a singola fase o "a onda"

Si immagini di fornire tensione al conduttore A, collegando B a massa e lasciando scollegate le fasi C e D: a causa della magnetizzazione delle espansioni polari connesse alle fasi A e B il magnete permanente del rotore ruoterà, orientandosi in modo da allineare le proprie espansioni polari Nord e Sud nella direzione A-B, come mostrato in figura 2.

Se successivamente si toglie tensione alla fase A e la si commuta alla fase C in modo da alimentare il percorso di corrente da C a D, il rotore ruoterà in senso orario di un quarto di giro allineandosi lungo la direzione C-D.

Per provocare un ulteriore avanzamento si fornirà tensione alla fase B, poi alla D e così via, provocando una continua rotazione dell’asse del motore. La sequenza degli impulsi elettrici da fornire è quella evidenziata in figura 2 (corrispondente a due giri del motore), dove le varie sequenze sono sincronizzate da un clock, il cui periodo determina ovviamente la frequenza di ripetizione degli impulsi, e quindi la velocità di rotazione del motore.

L'uso del motore passo-passo è considerato la scelta ideale per tutte quelle applicazioni che richiedono precisione nello spostamento angolare e nella velocità di rotazione, quali la robotica, le montature dei telescopi ed i servomeccanismi in generale.

i principi fondamentali sul funzionament(..)

fig.1 rappresentazione di principiopilotaggio a singola fase

Commenta il post