Quali sono le migliori soluzioni per correggere denti storti?

Pubblicato il da julie

L'articolazione dentaria è connessa con lo sviluppo e la posizione delle creste alveolari dei mascellari; e spesso in alcuni bambini i denti permanenti possono presentarsi mal posizionati rispetto al normale allineamento dentario. Per risolvere tale problema è consigliabile una corretta diagnosi, seguita da un eventuale trattamento ortodontico, che deve essere attuato durante le prime fasi dello sviluppo dell'individuo.

Cause delle anomalie dentali

Tra le numerose cause di anomalie ci sono da considerare numerosi fattori di carattere generale e locale:
l'ereditarietà; uno degli elementi più importanti e che entra in gioco nella disposizione dentale oltre che nella riduzione o nell'aumento numerico dei denti stessi.
I disturbi delle ghiandole a secrezione interna (come il rachitismo); spesso causa di malformazioni e mal posizioni dell'arco dentale.
Problemi legati alla respirazione; la presenza di alterazioni adenoidali, di ipertrofia tonsillare e di irregolarità del setto nasale costringono l'individuo, per poter respirare, ad assumere atteggiamenti viziati, per compensare con la bocca la deficienza nella respirazione nasale.
Le abitudini viziate; come il succhiamento del pollice e in minor misura, quello della lingua o del labbro, che vengono interposti tra i denti e possono causare l'anomalia del morso a forbice, che consiste nella mancanza di combaciamento tra i denti.
Dopo aver eseguito gli esami e le misurazioni necessarie e aver confermato la natura di tali anomalie, si può passare al piano terapeutico. È necessario comunque, prima di ogni trattamento, eliminare gli ostacoli respiratori, le abitudini e i vizi.
Quindi si può procedere con il trattamento ortodontico che deve essere eseguito non oltre i 14 e i 15 anni di età, quando i denti erotti o in fase eruttiva possono essere guidati e influenzati nella crescita.

Le cure per il malposizionameto dei denti

La cura può essere effettuata con un apparecchio mobile oppure fisso.
L'apparecchio fisso è applicato ai denti ed è costituito da placchette che tengono fermo il filo ortodontico, metallico; è il mezzo principale nel raddrizzamento dei denti storti.
Dal punto di vista funzionale questi apparecchi sono classificabili:
ad azione meccanica; per mezzo di molle e viti esercitano un'azione controllata su uno o più elementi dentari.
A stimolazione biologica; l'apparecchio sfruttando le forze muscolari e gli stimoli riflessi, esercita pressioni negli elementi dentari e nelle ossa mascellari, influenzandone la posizione e lo sviluppo.
Ad azione mista; quando non si segue uno schema fisso ma si esegue una ricerca eziopatogenetica, alla luce della quale nasce il tipo di terapia più indicata per il caso in esame.
L'apparecchio ortodontico può essere d'aiuto anche su uno degli inestetismi piu frequenti della bocca, rappresentato dal diastema tra i denti (spazio), che consiste in un'abbondanza di spazio interdentale, affinché possa avvenire la corretta collocazione dei denti nelle arcate dentali.

  • Quali sono le migliori soluzioni per correggere denti storti?
  • Quali sono le migliori soluzioni per correggere denti storti?

Con tag denti

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post