Recensione del "Superstite" libro di W.Dorn

Pubblicato il da julie

 

 

il superstiteHo comprato questo libro non convintissima, in quanto non conoscevo l’autore. Sinceramente, sono stata attratta dalla fascetta gialla che molto spesso avvolge i libri che riscontrano molto successo tra i lettori e dove sono stampate le migliaia di copie vendute del libro.

 A lettura terminata però, ne sono rimasta contenta e soddisfatta della mia scelta al punto che, spesse volte ho già consigliato il libro agli amici e i commenti sono stati sempre favorevoli e coincidenti ai miei.

 Il libro inizia in una notte silenziosa d’inverno, la strada è ghiacciata, neve tutt’intorno e un’auto sbanda, schiantandosi contro un’albero, il guidatore è ferito; un individuo corre verso di lui… Il guidatore è uno psichiatra, ha un appuntamento con l’uomo che ha rapito suo figlio, mentre era fuori casa insieme al fratello maggiore. Un paio di ore prima dello schianto, aveva ricevuto una telefonata, quindi era corso in auto col cuore in gola senza dire nulla a nessuno; con la sola e unica speranza di poter salvare suo figlio. E adesso tutto è inutile: sa che sta per morire e l’uomo che è corso in suo aiuto, come si comporterà con lui

Questa è solo la prefazione, poi il primo capitolo riparte ventitrè anni dopo…

Ho divorato il libro in quattro giorni; è del genere psico-thriller e, una pagina tira l’altra, perché sei curioso sempre di sapere cosa può capitare a Jan, il protagonista della vicenda e a coloro con i quali viene a contatto.

Nel frattempo ho scoperto che Wolf Dorn ha precedentemente scritto un altro libro, “La Psichiatra” che ho subito acquistato e appena l’avrò letto, vi darò la mia impressione. 

Un consiglio:leggetelo!! E...se l'avete già letto, ditemi se la pensate come me!

Con tag libri

Commenta il post